- Associazione Ohibò -

Loading Events

« All Events

  • This event has passed.

FAR > The Chameleons // Opening act: Soviet Malpensa

May 13 @ 9:00 pm - May 14 @ 1:00 am

Circolo Ohibò, Costello’s
in collaborazione con nEw liFe promo presentano

F.A.R.
The Chameleons
“Script of the Bridge” tour

opening act: Soviet Malpensa

13 MAGGIO 2018
Circolo Ohibò – Milano
Via Brembo, ang. Via Benaco, 1 (Milano)

F.A.R.
Fuggire Altre Rotte.
E’ su questo immaginario da esploratori del XV secolo che si muove la passione per la scoperta di nuovi orizzonti musicali di F.A.R., nuova rassegna di Ohibò dedicata al meglio del panorama indipendente internazionale.
Lasciatevi guidare.

💈 Apertura porte ore 21:00
💲 Ingresso in cassa 12€ + tess. ARCI
💲 Prevendite su Eventbrite 10€ + ddp + tess. ARCI > https://www.eventbrite.it/e/biglietti-far-the-chameleons-script-of-the-bridge-tour-allohibo-40716408875

┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅

◇ LIVE ◇

ϟ THE CHAMELEONS (UK, Blue Apple Music) ϟ
https://www.facebook.com/The-Chameleons-29234850939/?ref=br_rs
http://www.chameleonsv.com

Manchester negli anni ’80 ha definito gran parte del sound proveniente dall’Inghilterra, e oltre a Joy Division, The Smiths e The Fall, c’è un’altra band che non è assurta allo status leggendario dei summenzionati, ma ha comunque ricoperto un ruolo importante nel panorama musicale della grande città industriale del Nord dell’Inghilterra. Sono i The Chameleons, capitanati da Mark Burgess, sulle orme di Echo & The Bunnymen e della parte più soft degli U2, sono la band dei ragazzi di campagna che è arrivata nella grande città e da lì è giunta al successo. “Second Skin” è un pezzo immortale, incastonato nei dj set di tutti i disc jokey indie e wave che si rispettino, un brano di culto, per una band di culto, che è riuscita a sopravvivere nonostante gli scismi, i litigi e le spaccature internet. Mark Burgess ha proseguito da solo per il suo percorso, si è riunito ai suoi compagni in ChameleonsVox e alla fine, nel Primavera Sound 2012, il ritorno definitivo al nome The Chameleons, per reclamare un’eredità che era propria.

Parte fondamentale del grande affresco dell’indie pop britannico, senza di loro, probabilmente Interpol e Editors non avrebbero mai avuto vita, mescolando le sonorità pop ad un proto-shoegaze che si sarebbe poi affermato e divenuto celebrato da band come My Bloody Valentine e Jesus & Mary Chains… dei precursori, ma allo stesso tempo un vero e proprio caposaldo dell’immaginario dell’epoca.

Ascolta:
Second Skin – https://www.youtube.com/watch?v=nGssYCWIV74
Don’t Fall – https://www.youtube.com/watch?v=pDSnpc1W1Vc
Monkeyland – https://www.youtube.com/watch?v=hBjJIInF26Y
Up the Down Escalator – https://www.youtube.com/watch?v=-iwxkLByt68

Opening act:

ϟ SOVIET MALPENSA ϟ
https://www.facebook.com/sovietmalpensa/
https://www.instagram.com/sovietmalpensa/
https://sovietmalpensa.bandcamp.com
https://www.youtube.com/user/SovietMalpensa

I Soviet Malpensa sono una band nata tra le province di Milano e Varese con l’idea di decostruire gli stereotipi dei generi musicali, senza porre limiti e regole ai propri scenari sonori. Dopo aver realizzato alcuni lavori autoprodotti (“Musica elettrificata da ascoltare nei boschi” nel 2008 e “Requiem per i discografici italiani” nel 2010), registrati in totale autonomia, lavorando in studio, in casa, spesso di notte, senza budget e sempre con mezzi di fortuna, si classificano tra i finalisti di diversi concorsi nazionali e regionali, ai quali fa seguito la sonorizzazione live di “Metropolis”, il classico del cinema di Fritz Lang.

Nell’ottobre del 2013, con una formazione rinnovata, pubblicano “Slowdonia”, un mix di ambient, punk rock e psichedelia, sound definito dalla stessa band come “ghost rock”. In seguito agli ottimi riscontri ricevuti per “Slowdonia”, si dedicano alla stesura dei nuovi brani che vedranno la luce nel 2018, avventurandosi in nuovi territori sonori, con un sound più a fuoco rispetto al passato e sempre con uno sguardo attento verso il futuro.

‘ASTROECOLOGY’(Costello’s Records)
L’astroecologia è la scienza che si occupa di capire come le piante e i microorganismi possano svilupparsi in ambienti extraterrestri. “Astroecology” nasce dall’esigenza di esplorare. Esplorare nuovi territori sonori per sperimentare formule non scontate, cercando una propria strada, senza la pretesa di inventare qualcosa di nuovo, ma con la necessità di concepire uno stile personale e identificabile. È così che le chitarre si mescolano a sintetizzatori, drum machine, field recordings, noise, techno, soul music.“Astroecology”, allo stesso tempo, è esigenza di esplorare il proprio essere, attraverso una raccolta di canzoni che nascono come un viaggio iniziatico in cerca del proprio posto nel mondo, accettando lo scorrere inesorabile del tempo. Morte e nascita. Memoria e futuro. Fuoco e ghiaccio. Luce e tenebra. Una vita nuova in un posto nuovo. “Siamo quasi tenebra in fosforescente bagliore”.

Ascolta “Pluto”: https://youtu.be/q2kn3EQ00vI

┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅

✗ Ohibò – Via Brembo, ang. Via Benaco, 1 – Milano
✆ Infoline: +39 331 80 50 663
costebooking@gmail.com

┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅┅

Details

Start:
May 13 @ 9:00 pm
End:
May 14 @ 1:00 am
Website:
https://www.facebook.com/events/1610321102360896/

Organizer

Ohibò
Email:
info@associazioneohibo.it
Website:
https://www.facebook.com/ohibo.kasba/

Venue

Ohibò
Via Brembo, ang. Via Benaco, 1
Milano, Italy
+ Google Map
Phone:
331 80 50 663